I tappeti per le camerette

I tappeti per le camerette arredano e offrono una superficie morbida dove far giocare i più piccoli in sicurezza. Ecco come scegliere il tappeto giusto per la camera dei bambini.

I tappeti per la cameretta non sono semplici complementi d’arredo. Non solo rendono intima e accogliente la stanza, sono anche il luogo dove i nostri figli gattonano, giocano o chiacchierano con gli amici. Una superficie calda e morbida è dunque fondamentale per offrire ai piccoli il giusto comfort, soprattutto in inverno.

Già, a differenza di altri ambienti della casa, nella cameretta il tappeto ha una valenza soprattutto funzionale. Per questo i tappeti per la camera dei ragazzi non devono essere soltanto belli da vedere, ma anche e soprattutto resistenti, facili da pulire e privi di sostanze tossiche.

Per fortuna, in questo ci vengono in aiuto diversi brand del settore. Sono infatti davvero tanti i tappeti per le camerette che uniscono bellezza e praticità. Per stimolare la vista e il tatto dei bambini, garantendo loro una superficie di gioco sana e sicura.

Dunque, vediamo nel dettaglio quali aspetti considerare nella scelta di un tappeto per la cameretta.

Come scegliere il tappeto giusto per la cameretta

Attenzione alle dimensioni e alla forma

Può sembrare scontato, ma la prima cosa da valutare prima di acquistare un tappeto per la cameretta sono le dimensioni. Perché il tappeto sia proporzionato allo spazio, è infatti necessario conoscere con esattezza le misure della stanza e gli ingombri degli arredi (letto, scrivania, armadio, cassettiere etc). Il nostro consiglio è, quindi, quello di munirvi di un metro e prendere tutte le misure necessarie.

Per avere un’idea più precisa della superficie che il tappeto andrà a occupare, potete inoltre creare una sagoma sul pavimento con dei fogli di giornale.

Una volta prese le misure, il passaggio successivo è scegliere la forma del tappeto. In questo caso, non vanno considerati soltanto i metri quadri a disposizione, ma anche la configurazione della stanza e la posizione dei mobili. Per esempio, in una cameretta lunga e stretta l’ideale è un tappeto rettangolare, in una camera quadrata e più ampia è invece meglio puntare su un tappeto rotondo da collocare al centro della stanza.

Attenzione, però, non ci sono solo tappeti rettangolari o tondi. Oggigiorno le forme dei tappeti per le camerette sono tante e curiose: dagli animali ai fiori, dalle stelle all’arcobaleno, dai personaggi dei cartoons ai tappeti componibili come un puzzle.

Un’ultima avvertenza: dopo aver valutato la qualità dei materiali, assicuratevi che i tappeti siano dotati di fondo antiscivolo. In alternativa, usate le apposite retine di sicurezza “ferma tappeto”, necessarie per evitare possibili cadute.

Materiali sicuri, resistenti e facili da pulire

Quando si arreda la camera dei bambini, bisogna prestare la massima attenzione ai materiali. La cameretta è infatti uno spazio dove giocano, studiano, riposano, incontrano gli amici: un ambiente multifunzionale in cui passano gran parte della loro giornata. Per questo bisogna verificare che la cameretta sia sana e sicura. L’attenzione ai materiali diventa quanto mai importante quando si sceglie un tappeto, una superficie su cui i più piccoli trascorrono tanto tempo.

I tappeti per la cameretta devono dunque essere atossici, anallergici, resistenti e pratici da pulire. Non solo per aspirare la polvere che tende ad accumularsi quotidianamente, ma anche per poterli smacchiare con facilità quando vengono sporcati dai bambini durante i loro giochi.

Per puntare sulla praticità, l’ideale sono i tappeti in materiali plastici, impermeabili, ripiegabili e semplici da smacchiare. Come, per esempio, i tappeti di in PVC completamente atossici e riciclabili al 100%. O i tappeti realizzati in PVC o in gomma EVA privi di sostanze tossiche.

Se invece volete che i bimbi siano accolti da superfici morbide e tattili, la scelta migliore sono i tappeti in lana e cotone. Anche in questo caso non mancano modelli all’insegna della praticità. Un esempio: i tappeti artigianali ed ecologici in lana e cotone lavabili a casa.

Osare con i colori e con le fantasie

Il colore è uno strumento fondamentale per stimolare la creatività e l’immaginazione dei più piccoli. Quindi, se siete in dubbio sull’acquisto di arredi per la cameretta colorati, osate almeno nella scelta del tappeto. D’altronde, si sa, i tappeti sono il modo più semplice e immediato per dare carattere a un ambiente.
Per creare un’atmosfera energica e vivace, puntate su toni accesi e decisi come il giallo o l’arancione. Se invece preferite un ambiente più calmo e rilassante, è meglio optare per le tonalità del blu o per le nuance pastello. In ogni caso, il nostro consiglio è quello di pensare fuori dagli schemi, andando al di là dei classici rosa e azzurro baby.

Non solo tinta unita, però. I tappeti per la cameretta sono proposti anche in audaci color block o decori multicolor. Senza contare le numerose fantasie che trasformano gli stessi tappeti in un gioco: dai campi da calcio alle mappe, dai paesaggi ai puzzle.

Tante possibilità quanti sono i mondi che i bambini amano esplorare.

Ti potrebbero interessare

Gli adesivi per la cameretta

Economici e semplici da applicare, gli sticker sono l’ideale per decorare la cameretta e stimolare la fantasia dei vostri bambini. Ecco quali decori scegliere e come utilizzarli.

Leggi
dove trovarci?

I nostri rivenditori sono presenti in tutta Italia, cerca un nostro Store anche nella tua città.

perchè piacciono a bambini e genitori?

Non abbiamo una sola qualità, ma molte; di grande interesse per te e i tuoi ragazzi.

Le camerette che i ragazzi e i bambini vogliono.

[instagram-feed]