2006-05 Rally d'Italia



29-05-2006


Rally d'Italia in Sardegna

Primi punti iridati per Luca Betti

Il pilota cuneese interrompe la serie negativa centrando un sesto posto e conquistando i primi punti. Grande rammarico per una rottura durante la prima tappa che impedisce a Betti di lottare per la vittoria.
CUNEO. Un sesto posto finale che non manda di certo al settimo cielo Luca Betti. Il rally d’Italia ha interrotto la serie negativa che durava ormai da agosto dello scorso anno, da quel Rally di Germania che Betti riaffronterà nuovamente quest’anno come prossimo appuntamento mondiale.
In Sardegna Luca Betti era partito molto bene, con un passo molto accorto, ma strettamente a ridosso dei primi, con l’attenzione di chi vuole salvaguardare la meccanica per arrivare in fondo senza intoppi. Al termine della prima tappa il cuneese era quinto a ridosso della concorrenza, quando la rottura della sospensione posteriore ha procurato a Luca un ritardo di oltre sei minuti.
“Sulla sesta prova speciale, all’improvviso – spiega Betti – ha ceduto la sospensione posteriore destra. Il pneumatico ha iniziato a puntare e successivamente si è forato. Io e il mio navigatore Piercarlo Capolongo abbiamo deciso di fermarci per non danneggiare ulteriormente la vettura e di usufruire della formula del SupeRally che permette agli equipaggi ritirati di ripartire il giorno successivo con una penalità di cinque minuti per ogni prova non disputata”.
Betti e Capolongo ripartivano così per la seconda tappa in quattordicesima posizione e iniziava dunque la straordinaria rimonta. Prova dopo prova l’equipaggio italiano risaliva incredibilmente fino alla sesta posizione. Poi al parco assistenza di fine tappa, un’altra penalità. Durante la sostituzione del telaio motore si è prolungato il lavoro oltre il tempo consentito da regolamento e di nuovo veniva assegnata a Luca una penalità di quasi un minuto. Un altro macigno che respingeva Luca in ottava posizione.
Nella terza tappa una nuova rimonta portava Luca Betti a recuperare ancora due posizioni e chiudendo sesto a ottenere i primi punti iridati. “Sono soddisfatto –aggiunge Luca - per aver interrotto la serie negativa di ritiri, ma quanto tempo perso! Analizzando la classifica senza le penalità saremmo stati secondi a stretto contatto del vincitore. E ancora. Analizzando queste tre gare, con un po’ di fortuna sarei al comando della classifica di Campionato del Mondo Junior. Purtroppo però la storia non è fatta di “se e ma” e devo guardare in faccia la realtà. Siamo a metà Campionato: ora devo buttarmi tutto dietro e dimostrare ciò che valgo. Voglio chiudere alla grande questa stagione partita male e ce la metterò tutta…”
Il prossimo appuntamento di Campionato è il Rally di Germania, in programma per l’11-13 agosto.

Ufficio stampa LB
Cuneo
Venerdì 26 maggio 2006 ore 17.25

ESTENSIONE DI GARANZIA DOIMO CITYLINE



ESTENSIONE DI GARANZIA PRIMA INFANZIA



TROVA IL NEGOZIO PIÙ VICINO A TE

Doimo Cityline è arredamento zero venti anni. Specializzati nella produzione di letti, armadi e componenti per ragazzi e per i più piccoli, con la massima attenzione alla qualità di Doimo Cityline. Lo sviluppo di tutti i prodotti Doimo Cityline parte della ricerca sul prodotto con una attenta analisi del mercato e con una continua osservazione sull'evoluzione del costume nella società, nell'intento di offrire sempre nuovi suggerimenti per chi voglia arredare lo spazio abitativo della cameretta per ragazzi e bambini con gusto moderno e funzionale. Doimo Cityline collabora attivamente con progettisti e designers che sviluppano una costante ricerca sul prodotto cameretta e sulle nuove tecnologie di produzione. Doimo Cityline realizza composizioni innovative per i ragazzi, bambini e prima infanzia. I programmi sono modulari per consentire infinite soluzione compositive della cameretta, della camera, dei letti per bambini e ragazzi, che comprendono letti e lettini, armadi, scrittoi gruppi letto. Lo spazio abitativo della cameretta è il centro dell'esistenza quotidiana di bambini, neonati e ragazzi. Una cameretta ben strutturata rende la vita dei ragazzi più agevole e divertente.